L’IMPORTANZA DELLA DIVISIONI DELLE CLASSI IN LIVELLI

AUGURI A TUTTE LE MAMME! MAMMA E FIGLIA SUL TATAMI: 4 BENEFICI CHE OTTERRETE PRATICANDO JIU JITSU INSIEME.
9 Maggio 2021
“NON COMBATTERE IL BULLO” – SCONFIGGI IL BULLISMO
3 Agosto 2021

Se ci fermiamo e pensiamo all’organizzazione di una scuola, possiamo capire che è necessario avere una divisioni di livelli in quanto un’alunno che inizia un qualunque percorso deve assolutamente partire le basi per poi arrivare a studiare un programma avanzato. Questo concetto reputo sia fondamentale da capire. Pertanto alla base di tutto c’è la creazione di un programma tecnico suddiviso per classi. Altra cosa importante, immaginate di prendere un bambino e portarlo a scuola, noterete vari particolari: 1) Suddivisione di classi. 2) Sarà insieme a bambini della sua stessa età e con la stessa preparazione.

Pertanto bisogna pensare ad un programma didattico suddiviso in moduli e non ad un programma che serva a tutti allo stesso modo, in quanto un iniziante non potrà apprendere determinate tecniche avanzate perché non possiede ancora le basi. In Alliance Casale dividiamo gli adulti in principiante, intermedio, avanzato e agonisti, mentre i bambini con 4 livelli diversi facendo distinzione tra bambini e adolescenti, in questo modo possiamo lavorare in ogni gruppo un programma diverso che incontra obiettivi diversi in quanto uno studente che sta iniziando il suo percorso nel jiu jitsu ha bisogno di un’attenzione particolare, così come un atleta che si allena per diventare un campione ha anche il suo focus specifico e sarebbe impossibile averli nella stessa classe.

Nella maggior parte delle accademie di jiu jitsu funziona diversamente e, a mio avviso in modo errato, molti creano gruppi di alunni mischiando gli inizianti con gli avanzati e magari fanno esclusivamente lezione tre volte alla settimana, tuttavia il gruppo non cresce, molte persone smettono di frequentare in quanto sono sottoposte a notevoli stress fisici e mentali ed inoltre non ricevono le dovute attenzioni che un insegnante deve dare ad ogni singolo alunno.
Gli insegnanti devono essere in grado di mettersi nei panni degli studenti per capire quale sarebbe il programma di apprendimento ideale, cosa dovrebbe imparare questo studente nelle prime lezioni, settimane, mesi, in modo che possa capire con calma come funziona il jiu jitsu e poco alla volta iniziare a sentirsi parte fondamentale della famiglia.

Con questa serie di consigli non intendo entrare nell’aspetto tecnico delle lezioni, ma in questo caso è importante sottolineare che la lezione dei principianti dovrebbe essere focalizzata sull’autodifesa in primo luogo e man mano che lo studente inizia ad avvicinarsi al combattimento libero, inizierà ad approfondire le tecniche del cosiddetto jiu jitsu “sportivo” anche se non mi piace fare questo tipo di suddivisione.

L’unico riferimento che lo studente principiante può avere con il combattimento è una situazione che ha già vissuto o che vede la possibilità che ciò accada, ad esempio: chi non vorrebbe imparare a difendere uno schiaffo in faccia? Una semplice difesa per un attacco di facile comprensione da parte dello studente, questo è il tipo di situazione che delizia e attira il nuovo studente a praticare jiu jitsu, al contrario, che valore avrebbe per un principiante imparare una raspagem della guardia X? Pensi che avrebbe senso per lui? Ovviamente no!
I livelli di classe servono fondamentalmente a questo per poter eseguire una lezione che tutti gli studenti della classe capiscano che questa deve essere la base dell’insegnamento. Questo argomento della divisione dei livelli ha molto a che fare con l’impostazione del tuo orario perché offrendo classi diverse per gli studenti ci sarà una ricerca degli orari migliori per ogni livello.

“JIU JITSU PER TUTTI E PER OGNI LIVELLO”

Il Jiu Jitsu ti migliorerà la vita!

Ti aspettiamo nella nostra scuola di Jiu Jitsu.

Forte abbraccio

Sandro Spampinato



ALLIANCE OFFICIAL