“NON COMBATTERE IL BULLO” – SCONFIGGI IL BULLISMO

L’IMPORTANZA DELLA DIVISIONI DELLE CLASSI IN LIVELLI
30 Maggio 2021

Il cosiddetto “bullismo” è oggetto di attenzione crescente da parte delle Istituzioni Scolastiche, a causa del sempre maggiore frequenza di casi, episodici o reiterati, inquadrabili nella cornice di un fenomeno la cui complessità e le cui ricadute sulla psicologia dello studente in età evolutiva sono fonte di giustificata preoccupazione. Il termine “bullismo” deriva dall’inglese bullying, che letteralmente significa “prepotente”. Tuttavia la prepotenza, sia agita che subita, come alcuni autori hanno rilevato, è solo una componente del fenomeno, che va inteso nella propria multidimensionalità. Il bullismo può manifestarsi in forma diretta, con tutti quei comportamenti con cui direttamente si reca danno ad un altro ( violenze fisiche) ed indiretta, con atteggiamenti relazionali che mirano all’esclusione e alla marginalizzazione dell’altro. Non trascurabili sono le declinazioni a sfondo sessuale e razzista del bullismo. Di estrema, pericolosa attualità è il “cyberbullismo”, termine con il quale viene intesa la forma di bullismo più evoluta che si serve della tecnologia per insultare e dominare l’altro.

IL NOSTRO OBBIETTIVO

Obiettivo primario del progetto è quindi la prevenzione del fenomeno: lo scopo non è quello di praticare il Jiu Jitsu per poter acquistare forza fisica e “ripagare i bulli con la stessa moneta” ma quello di acquisire la giusta fiducia in se stessi ed il necessario equilibrio interiore per potersi sottrarre alle sopraffazioni, liberandosi dal ruolo psicologico di “preda”. Il Jiu Jitsu quale strumento quindi per sconfiggere non “il bullo”, ma il bullismo. L’ intento non è certo di creare combattenti o guerrieri, ma di valorizzare le qualità fisiche e mentali degli allievi, rendendoli consci dei rischi che li circondano e trasmettendo loro conoscenze utili ed a volte vitali in situazioni di pericolo, sviluppando al contempo valori quali il rispetto per se stessi ed il prossimo, il coraggio e l’umiltà. L’obiettivo principale è quello di promuovere il benessere psico-fisico agli studenti, con adulti positivi e sensibili nel ruolo di educatori come modelli di riferimento, favorendo un processo di crescita personale che sviluppi un efficace gestione e controllo dell’aggressività sia individuale che di gruppo. Gli allievi, apprendendo i rudimenti dell’autodifesa, aumentano la sicurezza di sé, diminuendo di conseguenza la propria sensazione di vulnerabilità, a benefico vantaggio della propria autostima; vengono incoraggiati a sviluppare le loro caratteristiche positive e le loro abilità, e stimolati al fine di stabilire relazioni sane con i coetanei.

Un simile percorso formativo, rappresentato dalla cosiddetta “Via Marziale”, si rivela di massima utilità proprio per coloro che manifestano i caratteri propri del potenziale, o manifesto, “bullo”: l’aggressività, la forza e l’energia impiegate in modo distorto ed inadeguato possono essere canalizzate verso un utilizzo più proficuo, tramite un allenamento che permetta di utilizzare tali caratteristiche della propria personalità e darvi sfogo in maniera controllata, imparando a gestirle, in un ambiente che mantiene delle regole ben precise, e rende evidente il valore della cooperazione con i compagni e della crescita condivisa.

“JIU JITSU PER TUTTI E PER OGNI LIVELLO”

Il Jiu Jitsu ti migliorerà la vita!

Ti aspettiamo nella nostra scuola di Jiu Jitsu.

Forte abbraccio

Sandro Spampinato



ALLIANCE OFFICIAL